Fagioli bruni amarantini

4.50

Fagioli bruni amarantini da filiera 100% Tuscia Viterbese, raccolti e selezionati a mano, ricchi di fibra grezza e sali minerali.

Disponibile

Descrizione

Fagioli bruni amarantini

I fagioli bruni amarantini dell’Azienda Agricola Perle della Tuscia sono un prodotto tipico della Tuscia Viterbese. Sono raccolti e selezionati a mano e richiedono ammollo. Il tempo di cottura è di circa 60 minuti. Hanno forma leggermente ovale e sono ricchi di proteine e carboidrati. Il loro contenuto lipidico è invece piuttosto basso. Contengono inoltre calcio, fosforo, ferro e potassio. Sono corposi e dal gusto inconfondibile. I fagioli bruni amarantini possono essere consumati come piatto unico, per arricchire primi piatti o per contorno ai secondi. Se amate i fagioli, provate anche i fagioli tondini del Purgatorio della stessa azienda.

L’Azienda Agricola Perle della Tuscia

L’Azienda Agricola Perle della Tuscia produce e commercializza prodotti dell’Alta Tuscia Viterbese. Come i fagioli bruni amarantini. Qui il paesaggio si caratterizza per i piccoli borghi, le colline verdeggianti e una natura incontaminata. In questo contesto si sviluppa la produzione agroalimentare che si sposa con antichi sapori e ricette. Prodotti di alta qualità, che esprimono a pieno il territorio e ne rappresentano le eccellenze. Raccolti, selezionati e preparati con cura nel rispetto delle tradizioni e dei metodi di raccolta artigianali. I prodotti che arrivano sulle tavole dei consumatori sono sicuri e con ottime proprietà organolettiche. Versatili e adatti per tutte le ricette. La gamma include patate, zuppe, legumi, come i fagioli bruni amarantini, cereali e la linea dei Subito Pronti, tra cui la crema di fagioli tondini del Purgatorio di Gradoli. L’azienda produce anche una linea biologica oltre ad una linea vegana, completa di certificazione Vegan Ok.

Il fagiolo bruno amarantino

Il fagiolo bruno amarantino è un legume tipico dell’Alta Tuscia Viterbese. Si presenta compatto e sodo, per questo indicato per tutte le cotture con tempi lunghi. Il colore è bruno marrone. Il fagiolo è stato importato in Europa dopo la scoperta dell’America. Nella zona di San Lorenzo Nuovo dopo aver trebbiato il grano venivano seminati i fagioli bruni per avere un secondo raccolto. Per questo questi fagioli venivano anche chiamato i fagioli della stoppia. L’azienda ha deciso di chiamarlo successivamente “bruno amarantino” per il loro colore.

Abbinamenti dei fagioli bruni amarantini

Gli usi dei fagioli bruni amarantini in cucina sono molteplici. In inverno si utilizzano classicamente per la preparazione di zuppe e minestre. Famosissima la pasta e fagioli, piatto soddisfacente e corroborante, indispensabile per riscaldare le serate invernali. Si possono anche aggiungere a zuppe di verdura. Si utilizzano anche per preparare dei paté salati da spalmare sul pane. I fagioli bruni amarantini possono essere utilizzati in tutte le ricette. Si consiglia di sciacquare i fagioli sotto acqua corrente e di ammollarli per almeno 6 ore. La cottura deve essere di almeno 60 minuti.

Il fagiolo in Toscana

Molte sono le ricette che vedono protagonisti i fagioli in Toscana. Dai primi piatti a base di zuppe, l’acquacotta, la ribollita, i crostoni coi fagioli e il lardo. Per non parlare dei fagioli al fiasco e dei famosi fagioli all’uccelletto, arricchiti o meno dalla salsiccia. Sono infatti un ottimo ingrediente per creare dei piatti unici. Sembra che i fagioli siano comparsi in Italia già dai tempi dei Romani. In antichità non erano però molto considerati a tavola. Generalmente, almeno fino al 1800, i fagioli erano considerati cibo per le classi più povere.

Informazioni aggiuntive

Peso0.480 kg
Confezione

400 g

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Ti potrebbe interessare…

Mandaci il tuo ordine!
Invia con WhatsApp