Taralli dolci dell’Amiata

6.50

Taralli dolci dell’Amiata, fatti a mano in modo artigianale, preparati con vino rosso, perfetti a fine pasto con un vino dolce.

Disponibile

Descrizione

Taralli dolci dell’Amiata

I taralli dolci dell’Amiata dell’azienda agricola L’Oliveta sono un prodotto artigianale speciale. Impastati e lavorati a mano uno per uno, con cura e amore. Preparati con vino rosso e semi di anice, sono perfetti per un fine pasto accompagnati da un vino dolce. Friabili e dal caratteristico gusto rustico e leggermente dolce, si affiancano ai più famosi biscotti secchi della tradizione dolciaria amiatina e toscana.

L’azienda agricola L’Oliveta

L‘azienda agricola L’Oliveta è una piccola azienda a conduzione familiare. Nata agli inizi degli anni 90, è situata alle pendici del Monte Amiata. Dedicata inizialmente alla produzione di solo olio extravergine di oliva, possiedono oggi 3.500 piante di ulivo. Da qui la passione e l’ambizione di Roberta, titolare assieme al marito e alle figlie, cresce. Così è iniziata anche la produzione di biscotti dolci e salati, come i taralli dolci dell’Amiata e le marmellate fatte in casa, da colazione e da abbinare con i formaggi. Autenticità e dedizione sono le caratteristiche dell’azienda, che hanno portato a far conoscere tutti i loro prodotti anche all’estero.

I biscotti dolci nella tradizione amiatina e toscana

Quando si volevano mangiare i biscotti certamente non si andava a comprarli al supermercato! Per prima cosa non si trovavano, inoltre tutto quello che si poteva si preparava in casa. Con pochi ingredienti semplici si impastavano buonissimi biscotti. Tanto che sul Monte Amiata e più in generale in Toscana, la cucina offre diverse varietà di biscotti secchi. In certi casi conosciuti nel mondo intero! Chi infatti non ha mai inzuppato un cantuccino nel vino? Oltre ai cantucci sono degni di nota i genovesi, i taralli dolci dell’Amiata, gli stinchi di morto. La base era sempre costituita da farina, uova e zucchero, poi si poteva aggiungere scorza di limone, frutta secca e anche del vino, per rendere croccante l’impasto. Anche i semi di anice erano spesso utilizzati negli impasti dolci.

Abbinamenti

I taralli dolci dell’Amiata sono buonissimi da soli. Con il loro sapore particolare e tipico di anice e la loro fragranza donata dall’olio extravergine di oliva e dal vino. Il migliore abbinamento viene da sé, ovvero con un bicchiere di vino dolce o vino rosso. A richiamare uno dei loro ingredienti. Per un utilizzo curioso, potete usarli come base per una crema di ricotta fresca di pecora e zucchero, per poi decorare con frutta secca caramellata.

I taralli dolci dell’Amiata in Toscana

La tradizione dolciaria toscana lascia ampio spazio ai biscotti secchi, che diventano parte della pasticceria tipica. Spesso confezionati e spediti in tutto il mondo. I taralli dolci dell’Amiata si affiancano ai più famosi cantucci e si lasciano notare. Dal gusto più particolare, arricchito dai semi di anice e dal vino, anche i taralli si accompagnano con il vino dolce. In Toscana uno spazio tra i dessert di trattorie e ristoranti è sempre preso da biscotti secchi e vino, nel quale si devono rigorosamente inzuppare.

La ricetta

Decorazione originale. Provate i taralli dolci dell’Amiata come decorazione di una panna cotta al naturale guarnita con uno sciroppo al mosto e marroni canditi in pezzi.

Informazioni aggiuntive

Peso0.220 kg
Peso netto

200 gr

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Ti potrebbe interessare…

Mandaci il tuo ordine!
Invia con WhatsApp